Tradotto in un contesto musicale io capisco che migliaia di persone preferiscano andare a vedere Vasco Rossi invece del concerto di un “pinco” qualunque che si sbatte per mettere delle emozioni in musica.

Questo post è relativo principalmente ai “gusti musicali” ma può valere per le preferenze relative a qualunque altra cosa. Come un mantra mi sono sentito ripetere per anni che i “gusti” sono personali, tutti altrettanto validi e vanno quindi rispettati. Da ragazzino mi dicevo che certa musica non è famosa solo perché è difficile ascoltarla.

Adesso, credo che per apprezzare qualcosa ci voglia forse cultura ma certamente sensibilità e che questa ultima qualità non abbondi. In generale la teoria del “siamo tutti uguali” è una estensione della teoria per cui, ad esempio in politica, tutti hanno diritto di voto ed il voto di ognuno vale quanto quello degli altri. Questa teoria ha dato i risultati politici e sociali che abbiamo davanti agli occhi, ma oggi parliamo di musica! Per spiegarmi meglio utilizzo come esempio il cibo. E’ vero che una persona può preferire un fantastico burger by McDonald ad un piatto preparato in un ristorante più o meno raffinato che fa attenzione alla freschezza e qualità della materia prima. Detto questo però credo pochi di voi cercheranno di sostenere che un burger del McDonald sia “meglio” e che l’opinione culinaria di una persona che mangia prevalentemente junk food (cibo spazzatura) abbia lo stesso peso di chi spende buona parte del suo tempo e della sua energia nella ricerca del sapore e del gusto. Ecco lo stesso identico ragionamento per me vale in ogni tipo di contesto. Tradotto in un contesto musicale io capisco che migliaia di persone preferiscano andare a vedere Vasco Rossi invece del concerto di un “pinco” qualunque che si sbatte per mettere delle emozioni in musica, che sia dotato di “sentire” e faccia del suo meglio per tirar fuori qualcosa che non sia superficiale scopiazzatura ecc. Davvero lo capisco e da una parte mi fa pure piacere perché fino a quando si vanno a pressare tutti insieme in uno stadio, ciò che mi interessa vedere è avvicinabile a pochi soldi, stando a bordo palco con spazio per respirare. Però poi un po' mi spiace perché i vari Vasco Rossi vivono nel super lusso mentre altri musicisti ancor provvisti di “sentire” fanno mille lavori per poter suonare e questo mi spiace e urta il mio senso di giustizia. Termino con 2 precisazioni. La prima è che ho usato Vasco Rossi ma potrei aggiungere pagine e pagine di altri nomi. La seconda e ultima è che non intendo che tutto ciò che piace a me è bene ed il resto no. Ad esempio difficilmente riesce a piacermi il Jazz o il Funk anche se sono generi pieni di grandi artisti. In questo senso si che ognuno è più portato verso alcuni suoni piuttosto che altri e spesso col tempo si cambia. Detto ciò VascoLigaPausiniRamazzottiMaroon5Edsheeran... ecc... sono e rimangono spazzatura senza speranza.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la navigabilità e monitorare l'attività web del sito. Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie di questo sito.