Tradotto in un contesto musicale io capisco che migliaia di persone preferiscano andare a vedere Vasco Rossi invece del concerto di un “pinco” qualunque che si sbatte per mettere delle emozioni in musica.

Questo post è relativo principalmente ai “gusti musicali” ma può valere per le preferenze relative a qualunque altra cosa. Come un mantra mi sono sentito ripetere per anni che i “gusti” sono personali, tutti altrettanto validi e vanno quindi rispettati. Da ragazzino mi dicevo che certa musica non è famosa solo perché è difficile ascoltarla.

Leggi tutto...

Come una mattina d’inverno, la luce che filtra timida dalle tende, i piedi si sfiorano e le labbra si cercano lente come in un down post LSD.

Bonny Doon – Bonny Doon. Un piacevolissimo album di alt-pop indolente e scazzato. Volume medio, voi comodi stravaccati senza fastidiose costrizioni fisiche tipo scarpe o robe del genere, basta entrare nel loro mood e vi piaceranno un sacco.

Gill Landry – Love ride a dark horse. Voce profonda belle canzoni in perfetto Americana style. Niente di nuovo ma un rifugio sicuro.

Leggi tutto...

The Heroine sono una band di San Antonio, Texas, che fa un rock’n’roll potentissimo tinto di sfumature blues. Con due album all’attivo (uno con l’etichetta BCG International Recordings) e tanta voglia di fare musica che arriva dritta al cuore e alla testa, abbiamo fatto una chiacchierata* con il frontman Lynnwood Presley King e il risultato è che ci siamo innamorati di loro ancora più di quanto pensassimo possibile.

Leggi tutto...

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la navigabilità e monitorare l'attività web del sito. Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie di questo sito.