Presentazione del nuovo cd "Soundtrack for an unquiet night"- 27 Giugno 2015 h 21.30 - Ingresso libero

Il progetto Cropcircle nasce nel 2004 dall'idea di Cecco di creare musica elettronica sperimentale in cui fondere le sue influenze Ambient con musica più di ricerca e oscura riconducibile ai Coil.

Il primo Cd-r esce l'anno dopo e porta il titolo di "Soundtrack for a perfect nightmare" ricevendo ottime recensioni su varie webzine, una fra tutte la storica Vital Weekly.

In questo lavoro le influenze dark ambient sono molto forti, anche se non mancano vari inserimenti che portano alla space music dei Tangerine Dream.

In questo stesso anno c'è anche la prima performance live al "FestivalBara" di Cantalupo Ligure, tenutosi dentro una vecchia fabbrica abbandonata. Il concerto è anche testimoniato nel cd-r live "Soundtrack for Festival Bara".

Il secondo cd esce a fine 2005 e porta il nome di "Radiography". Le influenze dell'industrial vecchia scuola si fanno sentire in maniera più marcata prendendo il posto dei suoni spaziali presenti nel lavoro precedente.

Per una nuova uscita musicale si deve aspettare il 2012, anno in cui vede la luce "Spectrakular", una suite di 43 minuti, in un cui il concetto di Dark Ambient viene ri-esplorato in veste circolare ed ipnotica. Da notare che quest'opera inizia la collaborazione con il pittore e amico Davide Minetti, che si occuperà per intero della grafica.

Nel 2013 Cropcircle compone le musiche che accompagneranno i recitati di Daniela Bedeski (Camerata Mediolanense e Rosa Rubea) nel cd allegato al libro "De l'amor rubeo e de l'Amor Sospeso" uscito per l'Arca e l'Arco edizioni.

Sempre nell'estate dello stesso anno esce il CD "Hymns for frozen dreams", opera ispirata ai sogni e all'angoscia che da essi derivano. Per la prima volta in un cd di Cropcircle ci sono anche degli ospiti, ossia Davide Borghi (Alberion) e Marco Grosso (Ouroboros).
Nel gennaio del 2015 esce "Soundtrack for an unquiet night", concepito come un ipotetica colonna sonora per film immaginari che hanno come tema notti tormentate, "Soundtrack for an unquiet night"vede il parziale allontanamento dalle sonorità dark-ambient dei lavori precedenti.

Suddiviso in 8 tracce, il suono risulta per legato alle classiche soundtrack di film noir-thriller degli anni 70. Impreziosito dalle stupende voci di Daniela Bedeski (ex Camerata Mediolanense ora nei Rosa Rubea), e da Stefania Domiziana V. (cantante lirica e collaboratrice in sede live e studio con varie realtà del panorama musicale italiano musicali), e ispirato a racconti "neri", questo ennesimo lavoro del progetto piemontese è un sentito omaggio ai compositori, soprattutto italiani, che hanno reso memorabili vecchie pellicole con le loro musiche.

 

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la navigabilità e monitorare l'attività web del sito. Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

Accetto i cookie di questo sito.